Il materiale viene immerso nei bagni di sale con una temperatura che varia da materiale a materiale (ad esempio 88mnv8 a 780°, 38ncd4 a 820° circa) e tenuto per un periodo che varia a seconda delle dimensioni.

Viene poi immerso in una vasca d’olio ad una temperatura di 100° circa dove avviene il raffreddamento e cioè la tempra. Viene poi messo a rinvenire in forni con una temperatura che varia a seconda della durezza richiesta e a seconda del materiale.
I pezzi vengono poi controllati a campione e puliti.

Tempra con induzione ad alta frequenza

Se si ha necessità di trovare una ditta che esegua la tempra con induzione ad alta frequenza, Watt S.R.L. è quella giusta da contattare per svolgere questo tipo di lavoro. Nel 1975 è stata rilevata dall’attuale titolare Aldo Bernardon, che aveva già molta esperienza nel settore e ha continuato ad accrescerla fino ad oggi aiutato anche dai suoi due figli Gianluca e Claudio.

Il brand Watt S.R.L. opera ormai da tantissimi anni sul mercato che si occupa di eseguire per conto di terzi il trattamento termico del metallo, rivolgendosi a una clientela ormai affezionata e che diventa sempre più numerosa grazie al fatto che la ditta è estremamente affidabile e sicura.

L’azienda è in grado di garantire delle lavorazioni effettuate con una precisione elevata e ultimate entro i tempi prestabiliti con il cliente in fase di preventivo. Durante il corso del tempo Watt S.R.L. per riuscire a soddisfare le richieste sempre più numerose fatte dalla clientela più esigente e in forte espansione, si è dotata di attrezzature e strumenti all’avanguardia con le quali sono riusciti a velocizzare i trattamenti mantenendo lo stesso livello di qualità se non addirittura aumentandolo.

 

Cosa è la tempra a induzione e quali sono i suoi vantaggi

La tempra con induzione ad alta frequenza effettuata dalla ditta Watt S.R.L. offre vantaggi maggiori rispetto al trattamento tradizionale di leghe, acciaio e altri tipi di metalli. Particolarmente adatta per i metalli che presentano una percentuale di carbonio oltre lo 0,3% è un procedimento dove il calore necessario viene generato direttamente nel pezzo specifico. Questo particolare tipo di processo termico ha come vantaggio principale quello di riuscire a raggiungere la temperatura desiderata molto velocemente, gradazione adatta alla produzione di diversi componenti temprati metallici.

I trattamenti tradizionali che utilizzano la fiamma del forno, riscaldano il componente solo superficialmente attraverso il calore e hanno una durata considerevolmente superiore richiedendo una quantità di energia molto maggiore prima di raggiungere il grado di durezza desiderato per il componente. Contrariamente a quella tradizionale la tempra a induzione ha dei tempi di riscaldamento del pezzo inferiori e il calore può essere controllato con più precisione agendo sull’induttore regolandone geometria, potenza e frequenza.

 

Principio di funzionamento della tempra induzione in alta frequenza

Per realizzare l’acciaio temprato viene usata la tecnica che utilizza la tempra con induzione ad alta frequenza. Come prima cosa delle bobine generano un campo magnetico alterato nel metallo, creando correnti indotte in grado di riscaldare il materiale alla temperatura desiderata. Dopo il riscaldamento il pezzo viene raffreddato con acqua, emulsione o olio subendo una trasformazione martensitica che produce una tenacità maggiore rispetto a quella iniziale; successivamente si esegue un trattamento a bassa temperatura per ridurre la durezza e aumentarne nuovamente la tenacità.

Come ultimo passaggio attraverso il controllo dell’energia elettrica nel pezzo si regola la profondità di tempra che sarà diversa in base alla frequenza elettrica emessa nel pezzo; utilizzando le alte frequenze che variano dai 60kHz ai 500kHz si ottiene una profondità minore nella zona che ha ricevuto il trattamento di tempra tramite induzione.